venerdì 30 dicembre 2011

mercoledì 28 dicembre 2011

sabato 24 dicembre 2011

martedì 20 dicembre 2011

Calendario d'Avvento

Ecco un bellissimo Calendario d'Avvento in Tedesco, ma non richiesde la conoscenza della lingua, basta solo cliccare le finestrelle con i numeri dall' 1 al 24 IN ORDINE!. Non si può vedere subito sotto al 15 ad esempio (come ho fatto io...) bisogna comincaiare dal numero 1 e proseguire. In compenso diversamente da altri calendari si può arrivare subito fino al 24, senza attendere che passino i giorni. Una volta che appare il personaggio o l'oggetto del giorno cliccateci sopra, ognuno fa qualcosa di particolare (il più carino è il 6 con Sankt Nicholaus - san Nicola).






FONTE: Weihnachtgeschichte.at

Hanukkah - Chanukkah 5772 - la festa delle luci ebraica

Oggi dopo il tramonto inizierà la festa ebraica di Hanukkah o Chanukkah. Ho creato questo post con tutto ciò che riguarda questa festa utilizzando informazioni tratte dai seguenti siti:
Wikipedia
Comunità Ebraica di Bologna
Maestrasabry
Alcune volte ho semplificato il testo, perciò chiedo scusa fin d'ora agli autori, se senza volere avessi modificato il loro pensiero, da parte mia ho cercato di esserne quanto più possibile fedele.

Hannukkah - Chanukkah o Festa delle Luci ha luogo durante il mese ebraico di Kislev che cade generalmente a Dicembre.

Quest’anno la festa di Hanukkah viene celebrata dal 21 al 28 dicembre 2010.
Il 20 dicembre, viene accesa la prima candela

LA STORIA

Intorno al 200 a.C., Gli ebrei vivevano in terra di Israele, in quel tempo sotto il controllo della dinastia seleucide (cioè una dinastia greca che governò sui territori orientali dell'impero di Alessandro Magno dopo la sua morte) stabilitasi in Siria. Il popolo ebraico pagava le tasse alla Siria e ne accettava l'autorità legale e per lungo tempo fu libero di seguire la propria fede, di mantenere i propri lavori e di prendere parte ai commerci.

Nel 180 a.C. Antioco IV Epifane ascese al trono. Sotto il suo regno, gli ebrei vennero gradualmente forzati a violare i precetti della propria fede. Il Tempio di Gerusalemme fu profanato cioè spogliato delle sue ricchezze, e utilizzato per il culto e le cerimonie pagane che Antioco fece organizzare in tutto il suo impero. Il popolo ebraico venne forzato a trasgredire ai propri precetti religiosi. L'intento evidente era quello di ellenizzare la cultura dell'intero impero. Tutti questi fatti portarono alla rivolta di una parte della popolazione ebraica.

Moneta con l'effige di Antioco IV Epifane

Nel 167 a.C., in particolare, Antioco consacrò a Zeus un altare costruito nel Tempio di Gerusalemme. Mattatia guidò la ribellione contro Antioco insieme con i suoi cinque figli Giovanni, Simone, Giuda, Elazar e Gionata. Giuda divenne noto come Giuda Maccabeo (in ebraico significa Giuda il martello). Nel 166 a.C. Mattatia muore lasciando la guida al figlio Giuda. Nel 165 a.C. la rivolta ebraica contro la monarchia seleucide giunse a successo. Il Tempio di Gerusalemme venne liberato e riconsacrato al culto ebraico.

La festa di Chanukkà venne istituita proprio da Giuda Maccabeo e dai suoi fratelli per celebrare questo evento (1 Maccabei 4,59). Dopo la riconquista di Gerusalemme e del Tempio, Giuda ordinò che il Tempio fosse ripulito, fosse costruito un nuovo altare e che le luci del Candelabro venissero riaccese, venne ripristinata l'Arca santa. Quando la luce venne riaccesa sul Candelabro, la riconsacrazione dell'altare venne celebrata per otto giorni con sacrifici e canti (1 Maccabei 4,36).

IL MIRACOLO

Nel trattato Shabbath della Mishnah (l'insieme della Legge orale e il suo studio) leggiamo:
Che cosa significa Chanukkah? Quando i greci entrarono nel Tempio profanarono tutto l’olio che vi si trovava, ma quando i re della casa degli Asmonei li sopraffecero e furono vittoriosi, cercarono nel Tempio e trovarono soltanto un’ampollina d’olio con il sigillo del sommo sacerdote che conteneva olio appena sufficiente per un giorno: e accadde un miracolo e durò per otto giorni.

Il miracolo di Chanukkà è narrato nel Talmud (raccolta di discussioni avvenute tra i sapienti e i maestri circa i significati e le applicazioni dei passi della Sacra Scrittura), ma non nel libro dei Maccabei.

La festività, durante gli otto giorni, è caratterizzata dall'accensione dei lumi di un particolare candelabro ad otto braccia chiamato chanukiah.

La storia, riportata nel Talmud, racconta che dopo la riconquista del Tempio, i Maccabei lo spogliarono di tutte le statue pagane e lo sistemarono secondo gli usi ebraici. Scoprirono, inoltre, che la gran parte degli oggetti rituali era stata profanata. Secondo il rituale, la menorà del Tempio doveva essere illuminata in permanenza con olio di oliva puro. Nel Tempio però trovarono olio sufficiente solamente per una giornata. Lo accesero comunque mentre si apprestavano a produrne dell'altro. Miracolosamente, quel poco olio durò il tempo necessario a produrre l'olio puro: otto giorni. Per questo motivo gli ebrei accendono ogni giorno della festa una candela in più rispetto al giorno precedente.

LA HANUKKIAH

La Hanukkiah, (plurale Hanukkioth), è il candelabro a nove bracci (otto bracci più un braccio per l'ampolla) utilizzato per accendere i lumi appositi ogni sera durante la celebrazione della festa di Hanukkah.

L'accensione in ogni famiglia di questo candelabro esprime simbolicamente la perennità e la vitalità del giudaismo nella sua fedeltà alla Legge e per il Maestro Bet Hillel sostiene che si debba accendere un lume il primo giorno e progressivamente aumentarne il numero: ogni sera un lume in più.

La Hanukkiah va posta in mostra sulla strada: per fare ciò è diventato uso metterla sul davanzale della finestra sebbene in antichità si usasse mostrarla fuori dalla porta di casa.

Oltre alla forma classica che richiama quella della lampada del Tempio di Gerusalemme, oggi si usa costruirne con vari materiali e dalle forme originali.



COSTRUISCI UNA HANUKKIAH

HANUKKA OGGI

Oltre agli ebrei religiosi Hanukkah è festeggiata anche dagli ebrei laici per ricordare che gli esseri umani possono usare la loro abilità per migliorare la qualità della vita. Le celebrazioni di Hanukkah sono occasioni di festa segnate dall'accensione delle candele nell'hanukkiah.

Famiglie e comunità si riuniscono per consumare il cibo della festa che comprende i latkes di patata e i sufganiot (dolci fritti)

Latkes di patata

Sufganiot - ciambelle fritte

Si cantano i canti di Hanukkah e si fanno i giochi con il dreidel.


Spesso le famiglie portano la loro hanukkiah nella loro comunità per illuminare la celebrazione comunitaria. Le luci della hanukkiah collegano gli ebrei al loro passato e fra di loro e ricordano la fragilità della vita. Le luci simbolizzano valori come azione, coraggio, dignità umana, libertà, giustizia, identità ebraica, libera scelta, forza, ingegno.

CHE COS'E' IL DREIDEL?

Il “Dreidel” è una specie di trottola a quattro lati con sopra una lettera ebrea. Fuori d’Israele le lettere stanno per: “ Là è accaduto un grande miracolo”; in Israele invece per “Qui è accaduto un miracolo”.

Nel gioco del dreidel ogni giocatore fa una puntata e fa girare la “trottola”, quando il dreidel si ferma si guarda qual è la lettera uscita:

Nun: nessuno vince o perde

Gimmel: si vince tutto

Heh: si vince la metà

Shin: si perde tutto

I bambini così con le lettere ricordano la frase. "un grande miracolo è successo lì" in ebraico :"Nes Gadol Haya SH".

in Israele i dreidel invece della lettera Shin hanno la lettera Peh , perchè ricordano che il miracolo è accaduto "qui" in ebraico " Nes Gadol Haya Po"

Il gioco continua fino a quando i giocatori hanno perso tutto.

COSTRUISCI UN DREIDEL

mercoledì 14 dicembre 2011

Cospirazione d'Avvento...

Guardate questo bel video in Inglese, su come bisognerebbe cospirare perchè l'Avvento non sia il periodo degli acquisti per i regali di Natale, ma quello della solidarietà. Nei prossimi giorni lo tradurrò in Italiano perchè sia più comprensibile.
ciao a tutti.


Fonte: Religione2.0

lunedì 12 dicembre 2011

3° COMPLEANNO DEL BLOG... in ritardo... comeal solito

Ecco giunto il terzo compleanno del blog: il 19 novembre di tra anni fa nasceva Idierredavinci! Il mio ritardo nel ricordare la data ormai è una tradizione... Tre anni e tre volte in ritardo, bella media no?
Comunque mi faccio gli auguri lo stesso!
Buon Compleanno Idierredavinci!

ImageChef Word Mosaic - ImageChef.com

venerdì 9 dicembre 2011

sabato 3 dicembre 2011

Video in 3d sulla Terra Santa

Jerusalem | Filmed in Imax 3D from JerusalemTheMovie on Vimeo.

Ebraismo - Immagini







Cari alunni delle classi prime,
vi ho dato come "compito" di illustrare la pagina introduttiva al nuovo argomento: L'Ebraismo. Ecco, per quelli che possono usare il computer, alcune immagini da usare. Cliccate con il pulsante destro sull'immagine scelta e poi scegliete salva con nome oppure copia.



















domenica 27 novembre 2011

L'avvento: spiegazione in Inglese, Spagnolo, Tedesco e... Danese (for vores danske venner)


Advent (from the Latin word adventus meaning "coming") is a season observed in many Western Christian churches, a time of expectant waiting and preparation for the celebration of the Nativity of Jesus at Christmas. It is the beginning of the Western liturgical year and commences on Advent Sunday, called Levavi. The Eastern churches' equivalent of Advent is called the Nativity Fast, but it differs both in length and observances and does not begin the church year, which starts instead on September 1.

The progression of the season may be marked with an Advent calendar, a practice introduced by German Lutherans. At least in the Roman Catholic, Anglican, Lutheran and Methodist calendars, Advent starts on the fourth Sunday before December 25, the Sunday from November 27 to December 3 inclusive.

Latin adventus is the translation of the Greek word parousia, commonly used in reference to the Second Coming of Christ. Christians believe that the season of Advent serves a reminder both of the original waiting that was done by the Hebrews for the birth of their Messiah as well as the waiting of Christians for Christ's return.

El adviento (latín: adventus Redemptoris, «venida del Redentor» )? es el primer periodo del año litúrgico cristiano, que consiste en un tiempo de preparación para el nacimiento del Salvador. Su duración es de 21 a 28 días, dado que se celebran los cuatro domingos más próximos a la festividad de Navidad.

Marca el inicio del año litúrgico en casi todas las confesiones cristianas. Durante este periodo los feligreses se preparan para celebrar la conmemoración del nacimiento de Jesucristo y para renovar la esperanza en la segunda Venida de Cristo Jesús, al final de los tiempos Parusía.

Durante el adviento, se coloca en las iglesias y también en algunos hogares una corona de ramas de pino, llamada Corona de adviento con cuatro velas, una por cada domingo de adviento. Hay una pequeña tradición de Adviento: a cada una de esas cuatro velas se le asigna una virtud que hay que mejorar en esa semana, por ejemplo: la primera, el amor; la segunda, la paz; la tercera, la tolerancia y la cuarta, la fe.

Los domingos de adviento la familia o la comunidad se reúne en torno a la corona de adviento. Luego, se lee la Biblia y alguna meditación. La corona se puede llevar al templo para ser bendecida por el sacerdote.

Advent (von lat.: adventus „Ankunft“) bezeichnet die Jahreszeit, in der die Christenheit sich auf das Hochfest der Geburt von Jesus von Nazaret, Weihnachten, vorbereitet. Die Christen gedenken der Geburt Jesu und feiern sie als Menschwerdung Gottes. Zugleich erinnert der Advent daran, dass Christen wachsam sein und das Zweite Kommen des Herrn erwarten sollen. Mit dem ersten Adventssonntag beginnt auch das neue Kirchenjahr.

Zwischen der Konfession der Adventisten und der kirchlichen Jahreszeit „Advent“ besteht kein direkter Zusammenhang, sondern eine mittelbare Verbindung, da sich beide Bezeichnungen auf die Ankunft Christi beziehen.

Advent (fra latin: adventus der betyder ankomsten, eller han kommer) er de fire søndage før jul. Mere præcist søndagene op til den 25. december. Hvis juleaften falder på en søndag, er denne dag også fjerde søndag i advent.

1. søndag i advent er kirkeårets nytårsdag og falder ifølge det ovenstående på søndagen i ugen fra 27. november til og med 3. december.

sabato 12 novembre 2011

Visita virtuale alla Roma del 1° secolo

Attraverso il sito spagnolo Auladereli sono venuto a conoscenza di questa iniziativa dell'Opera Sociale spagnola la Caixa: Romanorum Vita, una mostra itinerante proposta in varie città spagnole.

Ovviamente la Spagna è lontana, ma mi ha attratto la possibilità della visita virtuale alla mostra.
Cliccando sull'immagine sottostante sarà possibile entrare tra le vie e le case dell'antica roma scoprendo come vivevano i romani del primo secolo, secolo nel quale inserì le sue radici il cristianesimo.

sabato 5 novembre 2011

Simpatico video sulle divinità Egizie

Gironzolando su internet ho trovato questo simpatico video-cartone sulle divinità egizie che più interessano voi ragazzi: Thot, Anubis, Sobek e l'orribile Ammit. E' un dialogo scherzoso sulle proprie caratteristiche con un finale... esplosivo!

Egyptian Gods from oliver brown on Vimeo.


lunedì 31 ottobre 2011

7 miliardi nel mondo - Io che numero sono?


Entro poche settimane saremo 7 miliardi di persone nel mondo, ma io che numero sono? Il sito della BBC ti permette di calcolare il tuo posto all'interno della popolazione mondiale sulla base della data di nascita. Come vedete qui sopra io sono il 3.096.543.938esimo uomo tra i sette miliardi che vivono ora nel mondo, ma sono il 76.801.545.074esimo uomo dall'inizio della storia! Provate anche voi cliccando sull'immagine o su questo link: BBC. Dopo aver inserito i tuoi dati si puo' proseguire e scoprire quanti abitanti ha in questo momento l'Italia (60.679.422) con i numeri di nascite, morti e immigrati ogni ora. E' interessante scoprire che gli immigrati ci aiutano a mantenere il nostro tasso di crescita leggermente superiore allo zero: 0,6%. Lo stato con il maggior numero di incremento della popolazione è in questo periodo il Qatar, mentre quello con il calo più evidente è la Moldavia (vale la pena leggere il perchè). Nel passaggio successivo si può scoprire l'aspettativa di vita per il proprio stato (per un italiano è di circa 81 anni, mentre per un abitante della Repubblica Centrafricana è di soli 45 anni a causa della povertà, della scarsa accessibilità alle cure mediche e della diffusione dell'AIDS).
Fonte: Maestroalberto

giovedì 27 ottobre 2011

Il cammino di Santiago - gioco on line


Il Dipartimentio della Scuola, della Cultura, Industria, Innovazione, Commercio e Turismo del Governo Basco, in collaborazione con il Dipartimento della Pubblica Istruzione Spagnolo hanno sviluppato una sequenza di insegnamento interattivo sul Camino di Santiago: "Il cammino di Santiago in terra Basca".
Questa iniziativa è stata presentata in questi giorni presso l'UNESCO per far dichiarare Patrimonio Mondiale dell'Umanità la parte spagnola del Cammino di Santiago come è stato nel 1993 per il Cammino Francese.
Fonte:

sabato 22 ottobre 2011

Gioco - Vinyl game

Quanto ne sapete di sostenibilità?
Nel Vinylgame dovrete gestire il ciclo di vita del PVC, dalla produzione delle materie prime al trattamento dei rifiuti. Il vostro obiettivo è creare un business sostenibile e redditizio, realizzando il 100% di sostenibilità entro l'anno 2010.
Per guadagnare denaro dovrete attivare almeno un ciclo produttivo nella zona di trasformazione; però ricordate che, più beni produrrete, più rifiuti dovrete gestire, quindi potrebbe essere comodo costruire impianti vicino alla discarica.

istruzioni Si gioca con il MOUSE. Selezionando la voce 'COME GIOCARE' un tutorial semplice e completo vi spiegherà al meglio le modalità di gioco.






venerdì 21 ottobre 2011

La nostra più grande paura - Nelson Mandela


La nostra paura più profonda

non è di essere inadeguati.

La nostra paura più profonda,

è di essere potenti oltre ogni limite.

E’ la nostra luce, non la nostra ombra,

a spaventarci di più.

Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? “

In realtà chi sei tu per NON esserlo?

Siamo figli di Dio.

Il nostro giocare in piccolo,

non serve al mondo.

Non c’è nulla di illuminato

nello sminuire se stessi cosicchè gli altri

non si sentano insicuri intorno a noi.

Siamo tutti nati per risplendere,

come fanno i bambini.

Siamo nati per rendere manifesta

la gloria di Dio che è dentro di noi.

Non solo in alcuni di noi:

è in ognuno di noi.

E quando permettiamo alla nostra luce

di risplendere, inconsapevolmente diamo

agli altri la possibilità di fare lo stesso.

E quando ci liberiamo dalle nostre paure,

la nostra presenza

automaticamente libera gli altri.

Nelson Mandela

mercoledì 19 ottobre 2011

Aggiornamento Insegnanti di Religione - Antropologia e Nuove Scienze - Apporto Teorico: prof. PIER CESARE RIVOLTELLA

Laureato in Filosofia presso l'Università Cattolica di Milano ha tenuto corsi di Semiotica e Teoria della comunicazione presso l'Università Pontificia Salesiana di Roma, ha insegnato Teoria della comunicazione presso il Corso di laurea in Scienze dell'Educazione dell'Università Cattolica nelle sedi di Milano e Brescia, ha conseguito l'idoneità di professore associato per il settore disciplinare M-PED 03, Didattica e pedagogia speciale e ha ricoperto il posto di professore presso la stessa Università Cattolica di Milano per questo ambito disciplinare (Metodi e tecniche delle interazioni educative). Dal 2006 è professore ordinario di Tecnologie dell'istruzione e dell'apprendimento presso l'Università Cattolica di Milano.

Presso la stessa Università ha fondato e dirige il CREMIT (Centro di Ricerca per l'Educazione ai Media, all'Informazione e alla Tecnologia).

E' Presidente della SIREM (Società Italiana di Ricerca sull'Educazione Mediale), membro del Consiglio Direttivo dell'associazione WeCa (Web Cattolici). Dirige la rivista REM - Research on Education and Media.

sabato 15 ottobre 2011

Aggiornamento Insegnanti di Religione - Antropologia e Filosofia - Apporto Teorico: Prof. Vittorio Possenti

Professore Ordinario titolare della cattedra di Filosofia Politica.

Dirige il Centro Interdipartimentale di Ricerca sui Diritti Umani (CIRDU).
Vittorio Possenti è docente di Filosofia politica presso l'Università di Venezia. In precedenza ha insegnato Storia della Filosofia morale.
I suoi studi si sono indirizzati alla politica, la metafisica, l'etica.
E' autore di oltre 25 volumi, alcuni dei quali tradotti in varie lingue. Dirige Seconda navigazione. Annuario di filosofia (Guerini, Milano), è redattore delle riviste Per la filosofia; La società; Sensus Communis; collabora ad alcuni quotidiani.
E' membro del Comitato Nazionale di Bioetica, della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali e della Pontificia Accademia di san Tommaso d'Aquino.



venerdì 14 ottobre 2011

Visita virtuale a Lascaux, la Cappella Sistina della Preistoria


Cliccate sull'imagine qui sopra per visitare le grotte di Lascaux, considerate il capolavoro della preistoria.

giovedì 13 ottobre 2011

Qumran - il luogo del ritrovamento dei rotoli del Mar Morto

Ecco un video che presenta la comunità di monaci Esseni che hanno scritto i rotoli del Mar Morto, è ben fatto e con belle immagini, ma proprio a metà c'è un'imprecisione, o meglio un azzardo: gli esseni vengono confusi con gli Zeloti, e si dice che si rifugiarono sulla fortezza di Masada, perciò non potendo portare con sè i rotoli li nascosero in alcune grotte... Insomma... però almeno dà un'idea dei luoghi.



IL secondo video su Qumran è in lingua spagnola, da quello che ho potuto capire mi sembra corretto, ma soprattutto mostra più immagini delle rovine essene e le ricostruzioni degli ambienti, che sono esposte di fronte alle sale più importanti.

mercoledì 12 ottobre 2011

L'aggiornamento annuale degli Insegnanti di Religione di Verona

Inserisco il video trasmesso da Telepace sulla formazione in servizio di noi Insegnanti di Religione della Diocesi di Verona: l’antropologia in dialogo con la filosofia, la psicologia, l’etica, le nuove tecnologie informatiche. Nel servizio è intervistato anche il nostro Vescovo, Mons. Giuseppe Zenti. Nei prossimi giorni pubblicherò anche le registrazioni delle relazioni che l'Ufficio Diocesano mette a disposizione sul canale IRCVerona di Youtube a questo Link.


martedì 11 ottobre 2011

lunedì 10 ottobre 2011

I rotoli del Mar Morto on line


Il Museo di Israele di Gerusalemme ha offerto la possibilità di visionare i più antichi scritti biblici, i cosiddetti Rotoli del Mar Morto, in modo virtuale.
Per andare al sito cliccate sull'immagine qui sopra o sul link di seguito:
Digital Dead Sea Scrolls - The Israel Museum, Jerusalem
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...