mercoledì 27 gennaio 2010

27 gennaio - Giorno della Memoria

Ripubblico il post dello scorso anno
Voglio offrire uno spunto forte per la riflessione sullo sterminio nazista. Un paio di anni fa la nostra scuola ha ospitato la mostra "Chi vuole vedere la mamma faccia un passo avanti". In quei giorni abbiamo ospitato anche la curatrice del libro da cui è nata la mostra, la mia cara professoressa di tedesco, Maria Pia Bernicchia. Anche per chi quella mostra non l'ha potuta vedere, offro questo collegamento al sito del libro I 20 BAMBINI DI BULLENHUSER DAMM, sito che oltre al raconto della vicenda, offre anche approfondimenti e collegamenti.


I 20 bambini di Bullenhuser Damm








"Questo libro narra la tragica vicenda di 20 bambini ebrei - 10 maschi e 10 femmine - provenienti da Francia, Olanda, Jugoslavia, Italia, Polonia, che dal campo di sterminio di Auschwitz Birkenau, con un tremendo inganno perpetrato dall'angelo della morte, il dottor Joseph Mengele, furono inviati al campo di concentramento di Neuengamme - che distava circa 30 chilometri da Amburgo - come cavie umane per esperimenti sulla tubercolosi, che avrebbe condotto il medico nazista Kurt Heissmeyer I 20 bambini giunsero a Neuengamme il 29 novembre 1944.Il dottor Kurt Heissmeyer diede inizio ai suoi esperimenti nel gennaio del 1945. Il 20 aprile, l'esperimento era fallito, i bambini erano malati e stremati e gli inglesi erano alle porte… Da Berlino giunse l'ordine di trasferirli nella scuola amburghese di Bullenhuser Damm e di eliminarli. Un'ora prima di mezzanotte ebbe inizio il loro massacro. Quella stessa notte i cadaveri dei bambini da Bullenhuser Damm furono nuovamente trasferiti a Neuengamme e cremati. Il 18 marzo 1946, l'esercito inglese diede inizio al processo contro i 14 responsabili del massacro di questi 20 innocenti, che si concluse con la loro condanna a morte per impiccagione il 3 maggio. Solo 11 di loro furono giustiziati, gli altri tre rimasero impuniti."

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...